Dubai

LE CAPITALI DEL LUSSO: DUBAI

Opere architettoniche che sfidano ogni record si ergono accanto a quartieri tradizionali, mentre al largo del litorale ci sono isole costruite dall’uomo. Dubai è una città da toccare con mano, della serie “vedere per credere”. Con le sue costruzioni avveniristiche e bizzarre, ed il suo paesaggio avvolto dalle dune di sabbia bianca, questa capitale del lusso è un mix perfetto tra le città del futuro nella letteratura fantascientifica e i fumetti di Walt Disney.

Dalla scoperta del petrolio all’edificio più alto del mondo

Dubai è la capitale di uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti, e si trova sulla costa a sud del Golfo Persico, all’interno del deserto Arabico. Una collocazione geografica che ha reso questa città un importante centro per il commercio. Il suo porto ha iniziato a svilupparsi dall’inizio del XX secolo, facendo conoscere Dubai per le sue esportazioni di perle e diventando un punto di forte richiamo per gli investimenti stranieri. Il porto di Dubai, inoltre, è la zona nella quale sono sorti i maggiori centri bancari e finanziari.

L’anno della svolta comunque è il 1966, con la scoperta della presenza di petrolio nel dubai-viewgiacimento “Fateh” (che significa buona fortuna), a circa 100 km da Dubai. Dalla fine degli anni ‘90 la città inizia la sua trasformazione in capitale del lusso, grazie all’apertura del Burj Al-Arab, il primo hotel a sette stelle nel mondo. Nel 2003 iniziano i lavori per ambiziosi progetti, tra cui la torre più alta del mondo e le 200 isole artificiali. E così, nel 2010, viene completato il Burj Khalifa, che con i suoi 829,8 metri di altezza (ben 163 piani) entra nel guinness dei primati come la più alta struttura mai realizzata dall’uomo.

La bellezza di Dubai sta nell’accostare le opere ultramoderne ai palazzi che fanno parte della sua storia, come l’edificio più antico della città: il Forte di Al Fahidi, costruito nel 1787. Attualmente il Forte ospita il Museo di Dubai, inaugurato nel 1971 con l’obiettivo di mostrare al pubblico lo stile di vita tradizionale dell’Emirato di Dubai. La collezione comprende manufatti antichi del luogo e reperti provenienti dai paesi africani ed asiatici che commerciavano con Dubai, alcuni vecchi anche di 5.000 anni. In più ci sono diorami che mostrano come si viveva prima della scoperta del petrolio.

Le isole artificiali di Dubai

palm-islandsOltre al Burj Khalifa e al Forte di Al Fahidi, c’è l’ottava meraviglia del mondo: le Palm Islands, un vero trionfo dell’ingegnosità umana. Si tratta di tre isole artificiali a forma di palma tra le più vaste al mondo (i lavori sono ancora in corso), costruite con la sabbia dragata dal fondo del Golfo Persico.

Su Palm Jumeirah, la prima isola realizzata, sorgono numerosi centri residenziali ed hotel di lusso, tra i quali l’hotel Atlantis, che conta 2.000 camere e possiede uno dei più grandi parchi acquatici del Medio Oriente, oltre ad un immenso acquario interno con richiami al mito di Atlantide. Il collegamento con la terraferma avviene grazie ad una monorotaia che corre lungo il “tronco” della palma. Le altre due isole, Palm Jebel Ali e Palm Deira, sono ancora in fase di costruzione (la terza è solo agli inizi e sarà la più grande). Al completamento dell’intero progetto, si calcola che sulle tre isole risiederanno oltre 100 alberghi di lusso, ville e appartamenti esclusivi sul mare, porti, parchi acquatici, ristoranti, centri commerciali, strutture sportive e terme.